Notizie e Informazioni

Multimed Blog

 

La vitamina D è una vitamina liposolubile, viene quindi accumulata nel fegato e non è dunque necessario assumerla con regolarità, attraverso i cibi, dal momento che il corpo la rilascia a piccole dosi quando il suo utilizzo diventa necessario.

In natura, la vitamina D esiste in due varianti:

  • la vitamina D2 (chiamata anche ergocalciferolo), presente prevalentemente nei vegetali (frutta, verdura e funghi)
  • la vitamina D3 (chiamata anche colecalciferolo) che viene sintetizzata dalla pelle a partire dal precursore 7-deidrocolesterolo in seguito all'esposizione ai raggi solari.

Per produrre la quantità di vitamina D3 necessaria per un efficiente funzionamento dell'organismo sono sufficienti 15 minuti al giorno di esposizione al sole, senza aver applicato creme contenenti filtri di protezione dai raggi ultravioletti (UV).

Da tempo ormai nel senso comune è chiaro che per salvaguardare la nostra salute è importante la prevenzione. Le Analisi del sangue e gli esami strumentali ci permettono di tenere controllo il nostro stato di salute e di identificare eventuali criticità. L’organismo femminile presenta molteplici fattori di rischio che si manifestano differentemente con l’età. Negli anni gli esami da fare cambiano, ecco quindi uno schema per ricordarci che analisi dobbiamo fare secondo la nostra fascia di età.

Il termine Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali o IBD (Inflammatory Bowel Disease) si riferisce a due malattie, la Colite Ulcerosa e il Morbo di Crohn, che ogni anno colpiscono circa 9 italiani su 100.000.

Negli ultimi 10 anni, infatti, la diagnosi di nuovi casi e il numero di ammalati sono cresciuti di circa 20 volte. Le malattie infiammatorie croniche intestinali interessano indistintamente uomini e donne ed i primi sintomi iniziano a manifestarsi tra i 15 e i 45 anni.

L’ormone antimulleriano (AMH) è un ormone peptidico, una glicoproteina prodotta a partire dalla trentaseiesima settimana di vita fetale:

  • nei maschi, dalle cellule del Sertoli nel testicolo;
  • nelle femmine, dalle cellule della granulosa dell’ovaio.

Nella donna è presente fino alla menopausa e, come detto, è prodotto dalle cellule della granulosa dell’ovaio, cioè le cellule che circondano l’ovocita. Le cellule della granulosa, dunque, fanno parte del follicolo ovarico.

La prevenzione prima di tutto

Consigli dal blog

Rimani aggiornato sulle offerte e le notizie

Iscriviti alla Newsletter

Acconsento espressamente al Trattamento dei Dati Personali per come esposto nell'Informativa Privacy.

Company

Multimed Network s.r.l.

Viale Affaccio, 59 - 89900 Vibo Valentia

CF/P.IVA: 03581090796 - REA: VV-

Cap. Soc. 100.000€ - Cod. Reg.

PEC: multimednetwork@pec.it