L’Allergia è una reazione del sistema immunitario verso alcune sostanze (allergeni) che, per la maggior parte delle persone, sono innocue. Sono inoltre in aumento le cosiddette “allergie crociate” o “cross-reazioni”, ossia riferite all’associazione di due o più allergeni contemporaneamente, come ad esempio polline e alimenti di origine vegetale. Come fare, quindi, una diagnosi più precisa? Oltre ai tradizionali test allergologici (Prick test, Patch test, Rast test, ecc.), oggi è possibile eseguire Alex Test, il nuovo esame per la diagnosi molecolare.

Con un unico esame del sangue è oggi possibile verificare se si è affetti da una o più tra quasi 300 allergie respiratorie e alimentari.

 

Cos’è ALEX Test?

L’esame si chiama Alex – dove Alex sta per “Allergy Explorer” – e l’aspetto da sottolineare è che, senza dover immettere sostanze nell’organismo, permette di investigare sulla predisposizione delle persone a reagire nei confronti di ben 282 allergeni, sostanze che in genere sarebbero innocue ma che in persone “sensibilizzate” provocano allergie.

ALEX è il primo test diagnostica molecolare in vitro quantitativo per il dosaggio delle IgE allergene specifiche (sIgE) ed un test diagnostico in vitro semi-quantitativo per misurare la concentrazione delle IgE totali (tIgE) nel siero o nel plasma umano, in pratica consente di misurare simultaneamente la presenza di immunoglobuline E, gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta a uno stimolo che viene percepito dall’organismo come una minaccia.

Il Test ALEX, basato sulla tecnologia a nanosfere, con un unico prelievo di sangue consente il più ampio risultato possibile in termini di componenti allergeniche valutate rispetto a tutte le metodiche disponibili in commercio.

Sulla base della composizione dei pannelli degli estratti e degli allergeni molecolari, il test fornisce velocemente e con sicurezza informazioni circa il grado di sensibilizzazione di un paziente a diversi allergeni; i dati ottenuti, in seguito al un opportuno consulto con il proprio allergologo di fiducia, saranno alla base per nella definizione una dieta e uno stile di vita adeguato del paziente.

I comuni test allergologici basati sugli estratti si sono dimostrati utili per l’identificazione della fonte allergenica responsabile. Tuttavia, solo aggiungendo le risposte agli antigeni molecolari si può avere un quadro completo e prendere la decisione terapeutica ottimale. ALEX offre l’immagine completa, non soltanto una parte di essa.

Quando è consigliato eseguire ALEX Test?

  • in presenza di rinite, congiuntivite, asma, orticaria, eczema con o senza sintomi febbrili;
  • a seguito di disturbi (vomito, diarrea, dolori addominali) provocati dall’assunzione di alimenti;
  • se in famiglia ci sono casi di allergia;
  • in caso di IgE totali e/o eosinofili elevati;
  • nel caso si voglia intraprendere la ITS – immunoterapia specifica (vaccinazione);
  • per fare uno screening allergologico.

Quali allergeni vengono analizzati?

Ecco la lista completa degli allergeni analizzati:

  • POLLINI: Graminacee (Phylum pratense, Cynodon dactylon, Lolium perenne), Erbacee (Ambrosia artemisiifolia, Artemisia vulgaris, Parietaria judaica, Salsola kali, Plantago lanceolata)
  • ALBERI: Fagales, Lamiales, Pinales, Proteales
  • ACARI
  • MUFFE
  • LIEVITI
  • LATTICE
  • EPITELI DI ANIMALE
  • VELENO DI IMENOTTERI
  • ALLERGENI ALIMENTARI: Agrumi (Mandarino, Limone, Arancio), Carne, Cereali (Grano, Segale, Riso, Orzo, Avena, Farro, Kamut, Mais), Crostacei (Granchi, Aragosta, Gamberi e Gamberetti), Frutta fresca e tropicale (pesca, albicocca, prugna, ciliegia, mela, pera, kiwi, fragole, melone, banana, avocado, mango, papaya), Frutta Secca (Noce, Noce Pecan, Nocciola, Castagna, Noce Macadamia, Noce di Cocco, Noce Brasiliana, Pinolo, Mandorla, Anacardio, Pistacchio), Legumi (Fagiolo, Pisello, Fava,Lupino, Cece, Caiano, Arachide, Soia, Lenticchia, Cicerchia, Carrubo, Tamarindo), Molluschi (Ostrica, Polipo, Calamaro, Lumache), Pesce, Proteine del Latte, Proteine dell‘uovo, Semi e Spezie (Semi di Girasole, Cavolo, Rapa, Cavolfiore, Colza;Senape; Ravanello; Rucola; Grano Saraceno, Sesamo, Ricino, Anice, Cannella, Cardamomo, Chiodi di garofano, Coriandolo, Cumino, Curcuma, Curry, Fieno greco, Ginepro, Liquirizia, Noce moscata, Paprica, Pepe, Peperoncino, Semi di finocchio, Semi di Papavero, Tamarindo, Vaniglia, Zafferano, Zenzero), Verdure (Lattuga, Sedano, Carote, Prezzemolo, Finocchio, Pomodoro, Aglio, Cipolla, Erba cipollina), PANALLERGENI: PR-10, Profilina, nsLTP, Polcalcina, SSP (seed storage protein), SA (serum Albumin), Parvalbumina, Tropomiosina, Lipocalina.

Quali sono i vantaggi che derivano dall’esecuzione di questo esame?

Il vantaggio più evidente è dato dal fatto che attraverso Alex test è possibile comprendere con più precisione quadri complessi di allergie, cioè quelle situazioni in cui si verifichino le cosiddette cross-reazioni tra allergeni inalanti e allergeni alimentari. Questo significa avere un grado più completo possibile delle sensibilizzazioni proprie di ogni paziente.

Una maggiore precisione diagnostica contribuisce a rendere più efficiente la fase della cura, che diviene sempre più precisa e, soprattutto, personalizzata. I test classici, che utilizzano estratti allergenici, sono certamente utili per identificare le sorgenti allergeniche, ma è solo attraverso un approccio diagnostico molecolare aggiuntivo, che è quello proprio di Alex test, che è possibile avere tutte le informazioni utili per raggiungere una decisione terapeutica ottimale.

Per effettuare il ALEX TEST, vieni a trovarci in uno dei nostri laboratori, non è necessaria la prenotazione, essendo un prelievo sanguigno bisogna seguire le indicazioni base per la preparazione agli esami. Se vuoi fare un'indagine più approfondita sul tuo stato di salute approfitta dei nostri pacchetti checkup.

 

Contattaci per avere maggiori informazioni.

Se ti è piaciuto l'articolo, convividilo sui social, conoscere meglio gli argomenti di medicina e salute è un'aiuto nella nostra battaglia per la prevenzione!